Ricerca, assenza di molecole nel naso arresta neuroni pubertà -2-

red/Rus

Roma, 5 nov. (askanews) - Il lavoro, finanziato dalla Fondazione Telethon e dal Consiglio britannico per la ricerca in biotecnologia e scienze biologiche (BBSRC) fa sperare in un nuovo test genetico per diagnosticare la sindrome di Kallmann in quei pazienti affetti da tale sindrome la cui causa è ancora sconosciuta. Infatti, ora potranno essere ricercate mutazioni nei geni che contengono le informazioni su come produrre PLXNA1 e PLXNA3. "Usando il topo come organismo modello, abbiamo identificato una nuova combinazione genica che può causare una patologia ereditaria simile alla sindrome di Kallmann umana. Sebbene questa sindrome possa essere trattata con iniezioni di ormoni se diagnosticata precocemente, conoscere le cause genetiche può fare un'enorme differenza per accelerare la diagnosi e fornire il trattamento adeguato ai pazienti in modo tempestivo", spiega Anna Cariboni, co-autrice di questo lavoro. "Questa è una scoperta importante, perché i nervi che trasmettono il nostro senso dell'olfatto e che guidano le cellule nervose che inducono la pubertà si formano in modo molto simile nei topi e nell'uomo", commenta Christiana Ruhrberg dell'UCL.