Ricerca, studenti e biotecnologie: torna Amgen Biotech Experience

Cro-Mpd

Roma, 24 set. (askanews) - Scoprire l'emozione della Ricerca fin dai banchi di scuola. E' questa la promessa di Fondazione Amgen che, con il programma internazionale Amgen Biotech Experience (ABE), offre agli studenti delle scuole pubbliche l'opportunità di sperimentare le biotecnologie in aula.

La nuova edizione del programma di Fondazione Amgen è stata inaugurata a Napoli al Simposio organizzato da ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, in occasione dell'avvio della European Biotech Week, appuntamento internazionale di grande attrattiva anche nel nostro Paese, volto a promuovere il valore delle biotecnologie e il loro ruolo nell'innovazione scientifica, nella tutela della salute e dell'ambiente, nonché nello sviluppo economico.

Le stime ci dicono che il 65% degli studenti che oggi frequentano le scuole primarie troveranno un lavoro che oggi non c'è (Fonte: World Economic Forum). Dunque è importante attrezzare gli studenti con una formazione educativa che li aiuti a comprendere il valore dell'innovazione, della conoscenza e anche degli errori. E' importante non solo per il loro futuro, ma per l'evoluzione dell'intera società.

Attivo anche in Italia dal 2017, Amgen Biotech Experience (ABE) è un programma internazionale di formazione per docenti di scienze naturali che permette agli studenti di licei e istituti tecnici di fare un'esperienza diretta di attività sperimentali avanzate in laboratori scolastici, con l'obiettivo di sviluppare una più profonda educazione scientifica dei ragazzi.

Amgen Biotech Experience fa parte dei programmi promossi da Fondazione Amgen in tutto il mondo, con l'obiettivo di ispirare la prossima generazione di scienziati. Il programma, nato 25 anni fa negli Stati Uniti e successivamente potenziato grazie alla collaborazione con l'Education Development Centre di Boston, è basato sul metodo IBSE (Inquiry Based Science Education) che permette ai ragazzi di essere protagonisti del processo di apprendimento, sviluppando una "forma mentis" che li aiuterà ad affrontare le sfide di domani. (Segue)