Ricerca: a Ustica i 'Blue Days', la sostenibilità dal centro del Mediterraneo (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – A raccogliere questo ‘appello’ per un nuovo paradigma di Sostenibilità è anche la comunità scientifica italiana attraverso il convegno in programma la mattina di sabato 24 luglio, dalle 9:30 alle 13:30. Un incontro che chiama a raccolta alcuni dei più rilevanti ricercatori italiani per dialogare con loro in maniera trasversale sulle potenzialità offerte da nuove tecnologie, nuove forme di organizzazione e di tessuto urbano e possibili forme di economia sostenibile. Tre sessioni e una tavola rotonda che saranno introdotte dalla partecipazione di Salvatore Militello, Sindaco di Ustica, Manlio Messina, Assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Regione Siciliana, Toto Cordaro, Assessore al Territorio e Ambiente Regione Siciliana, e Nello Musumeci, Presidente Regione Siciliana.

Tra i tanti ospiti scientifici e istituzionali saranno presenti anche: Marco Faimali, Direttore Istituto per lo studio degli impatti Antropici e Sostenibilità in ambiente marino del Cnr, Davide Bruno, Direttore Area Marina Protetta Ustica, Paolo Dario, Prorettore all’Innovazione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Direttore Scientifico Artes 4.0, Maurizio Carta, Urbanista, Architetto e Professore dell’Università degli Studi di Palermo, Ilaria Tani, avvocato del Foro di Milano e docente in International Law of the Sea, Università Milano-Bicocca, Carlo Zaghi, Direttore Generale – Direzione Generale per il Mare e le Coste, Ministero della Transizione Ecologica, Simona Bonafè, Eurodeputata Commissione per l’Ambiente, la Sanità Pubblica e la Sicurezza Alimentare, Pietro Angelini, AD Distretto Tecnologico Nautica e Portualità Toscana, e Giovanni Massari, Sonsub Innovation Manager, Saipem.

Le tre sessioni tematiche saranno moderate da giornalisti di rilevanza nazionale: Clima e ambiente per il nostro futuro sostenibile da Cristina Nadotti, di Repubblica, Tecnologie e visione human-centric nel 5.0 sulla sostenibilità da Antonio Valentini, del Consiglio nazionale Ordine dei giornalisti, Il mare come nuovo territorio sostenibile da Matteo Parlato, di RaiNews 24, mentre la tavola rotonda finale sarà coordinata da Enrica Battifoglia, di Ansa. "In linea con gli obiettivi globali di sviluppo sostenibile dell’Onu, e verso un’industria europea sostenibile, incentrata sull’uomo e resiliente, dobbiamo tornare ai villaggi, nel ripensare l’umanità? E come “consentire” ai cittadini di vivere in un piccolo ambiente intelligente senza servizi e tecnologie? Anche i piccoli borghi devono essere interessati da una grande trasformazione, smart e digitale: aspetti di grande complessità in territori spesso marginali, al centro del Mediterraneo che necessita grande attenzione anche dal punto di vista ambientale e non solo" scandisce Paolo Dario, Prorettore all’Innovazione per la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli