Ricerca: zafferano frena grave malattia degenerativa della vista -2-

Mpd

Roma, 15 nov. (askanews) - Si tratta di una nuova dimostrazione dei potenti effetti terapeutici dello zafferano, in studio da anni, all'inizio su modelli animali di degenerazione retinica in cui è stato dimostrato che lo zafferano riduceva la morte cellulare, l'attivazione di processi neuro-infiammatori e manteneva la funzione visiva più a lungo: in altre parole rallentava la progressione del processo neurodegenerativo della retina. Nell'uomo l'efficacia del trattamento con zafferano è stata dimostrata in pazienti con degenerazione maculare legata all'età (DMLE) in fase iniziale o mediamente avanzata non essudativa, dal professor Falsini e confermata in trial clinici di altre università e Paesi.

"Studi condotti presso altri centri, non solo presso il Gemelli, mostrano che l'integrazione per bocca con zafferano nella fase della DMLE iniziale o intermedia ha un effetto benefico sulla funzione visiva e sulla progressione della malattia", conclude Falsini.