Ricercati per omicidio in patria: 2 pakistani arrestati a Brescia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 giu. (askanews) - Ieri i poliziotti della Squadra Mobile di Brescia hanno eseguito un mandato di arresto internazionale nei confronti di due fratelli pakistani, di 26 e 31 anni che nei mesi scorsi avevano presentato regolare richiesta di asilo politico all'Ufficio Immigrazione della questura di Brescia. Dai successivi controlli era però emerso che entrambi risultavano essere destinatari "di un mandato di cattura internazionale emesso dal giudice distrettuale e di sessione di Gujrat (Pakistan) ai fini estradizionali", perché condannati all'ergastolo per omicidio.

Lo ha riferito la polizia bresciana, spiegando che l'omicidio era stato commesso nel 2018 nel villaggio di Dhori nel Distretto di Gujrat, nell'ambito di una faida familiare. I due fratelli, "con la complicità e l'istigazione di altre persone, hanno ucciso con arma da fuoco una persona, dandosi successivamente alla fuga".

I due sono stati reclusi nella casa circondariale di Brescia, in attesa del procedimento legato alla richiesta di estradizione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli