Ricercatore universitario suicida dopo aver denunciato concorso truccato

Huffington Post
-

Luigi Vecchione aveva 43 anni ed era uno stimato ingegnere meccanico che aveva intrapreso la carriera di ricercatore all'Universit� La Sapienza di Roma. "Era" perch矇 Luigi non c'癡 pi羅: ha deciso di togliersi la vita con una pistola rudimentale costruita da lui stesso.. La causa del gesto, a quanto afferma la famiglia, sarebbe da imputarsi proprio a quella carriera universitaria che tanti ostacoli gli aveva posto dinanzi.

Secondo quanto riporta il giornale locale Ciociaria Oggi, Luigi due anni fa aveva sollevato un caso inviando un dettagliato esposto all'Autorit� Nazionale Anti-corruzione (Anac), in cui denunciava l'esistenza di una vera e propria "concorsopoli" all'interno dell'ateneo romano e di alcuni corsi tenuti a Viterbo. Segnalazione che l'Anac, a sua volta, aveva inoltrato alle Procure di Roma e di Viterbo.

"Abbiamo partecipato in quattordici, ma il vincitore era stato gi� scelto e cos穫 i tre posti alle sue spalle. In nove si sono ritirati, io ho insistito. Ero nessuno che mi guardasse le spalle. Ha vinto la persona indicata e anche la classifica dal secondo al quarto 癡 stata scritta in base alla precedente spartizione. Io sono arrivato a pari merito con il quarto, ma, pi羅 anziano, sono rimasto fuori dalla graduatoria", aveva raccontato Vecchione al suo avvocato.

Luigi, da par sua, aveva lavorato al suo progetto di ricerca fino al 31 agosto scorso. Scaduto il contratto, l'incarico non era stato rinnovato nonostante il progetto non fosse concluso e avrebbe necessitato di un altro anno per giungere a conclusione. Una situazione che aveva posto Luigi Vecchione in una condizione di profondo malessere professionale e personale.

Poche ora prima di uccidersi, Luigi si era recato in Questura a Frosinone, insieme al suo avvocato Angelo Testa, che ora precisa: "Non 癡 stato un incontro di tipo investigativo. Piuttosto un incontro di carattere umano. Luigi voleva essere rassicurato, dopo la denuncia all'Anac pensava che dalla facolt� ce l'avessero con...

Continua a leggere su HuffPost