Richarlison, una rovesciata che ribalta le critiche e diventa icona

NELSON ALMEIDA / AFP

AGI  - L'uomo del momento in casa Brasile risponde al nome di Richarlison de Andrade, noto semplicemente come Richarlison, autore di una splendida doppietta contro la Serbia nella gara d'esordio di Qatar 2022. Prima un gol di rapina sulla respinta di Milinkovic-Savic dopo un tiro di Vinicius, poi un'acrobazia spettacolare per la seconda rete che ha chiuso il discorso. Una rovesciata che è già l'icona di questo mondiale, un po' come quella dello juventino Carlo Parola lo è diventata per generazioni di collezionisti di figurine Panini.

Standing ovation e applausi scroscianti per il classe 1997, eppure in tanti avevano espresso delle perplessità sulla scelta del ct Tite di schierarlo subito titolare, preferendolo ad un Gabriel Jesus reduce da un super inizio di stagione con l'Arsenal.

Richarlison invece in Premier League è da inizio campionato che sta faticando con il Tottenham (solo 3 assist in 10 presenze, 2 gol invece in Champions), ma evidentemente, vestendo il verdeoro della propria nazionale, il nativo di Nova Venécia si trasforma. Il suo 2022 con il Brasile, fatto di sette presenze totali tra qualificazioni ai Mondiali, amichevoli e la gara di ieri, conta infatti ben 9 gol e 1 assist. Solo nel test match del 6 giugno scorso con il Giappone, Richarlison non ha trovato la via del gol, conquistandosi però il rigore decisivo trasformato poi da Neymar.

Tra le altre gare giocate figurano invece ben tre doppiette: quella con la Bolivia nell'ultimo match delle qualificazioni a Qatar 2022, quella con il Ghana in un'amichevole di settembre e l'ultima icon la Serbia ai mondiali, in ordine di tempo. Ecco spiegato perché è lui la prima scelta assoluta del tecnico brasiliano lì davanti. Il gol più bello del Mondiale per ora è il suo, vediamo se ci sarà qualcuno in grado di fare meglio; intanto il Brasile gode e vola con il suo ‘bad boy'.