Riciclaggio, blitz tra Italia e Albania

Un novantenne imprenditore di Palermo, plurindagato e socio dell'ex sindaco Ciancimino è finito ai domiciliari con le accuse di riciclaggio e autoriciclaggio aggravati dalla transnazionalità. L'inchuesta della Procura di Palermo, con la Dda di Napoli e la Procura Anticorruzione albanese ha portato all'esecuzione di altre misure cautelari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli