Riciclaggio e omessa dichiarazione, denunciati 2 cinesi a Palermo

Xpa

Palermo, 12 feb. (askanews) - I finanzieri di Palermo hanno sequestrato 70mila euro in contanti all'interno di un negozio di abbigliamento gestito da 2 cinesi. L'attività è scaturita da un controllo effettuato presso l'aeroporto palermitano dalle Fiamme Gialle della Compagnia aeroportuale di Punta Raisi che hanno individuato un uomo di etnia cinese, in partenza per Roma, che trasportava con sé valuta per 7mila euro.

Dagli accertamenti è emerso che il denaro derivava dall'acquisto di una fornitura di abbigliamento effettuata da soggetti, anch'essi di nazionalità cinese, titolari di un'attività commerciale in Palermo.

Le Fiamme Gialle, quindi, hanno ispezionato l'attività commerciale per eseguire un controllo fiscale, rinvenendo 70mila euro in contanti suddivisi in mazzette, posti all'interno di una busta di plastica accuratamente nascosta in un ripostiglio. I due coniugi titolari della ditta sono stati denunciati per riciclaggio e omessa dichiarazione.