Riciclaggio, sequestrato palazzo nel centro storico di Roma

Ingente sequestro di beni da parte della Gdf nei confronti di alcuni imprenditori italiani e colombiani, ritenuti legati al presidente venezuelano Maduro e secondo le Autorita' degli Stati Uniti d'America coinvolti in una vasta rete di corruzione internazionale finalizzata all'ottenimento di numerosi e ingenti contratti commerciali con il Governo del Venezuela tra cui quello relativo ai sussidi alimentari, comunemente noto come Clap (Comités Locales de Abastecimiento y Producciòn) e nel riciclaggio dei relativi proventi. 

Il sequestro riguarda 1,8 milioni di euro, un immobile di pregio nel centro storico di Roma in via Condotti del valore di 4,8 milioni di euro e opere d'arte, 8 quadri e un arazzo.  

In particolare il palazzo secondo quanto emerso dalle indagini, e' intestato a una società inglese riconducibile alla moglie italiana del principale indagato. Nel corso delle attività le fiamme gialle hanno anche sequestrato di somme di denaro contante, in varie valute, pari a 31 mila euro.