In ricordo di Elisabetta Barbieri e Federico Tonin

·3 minuto per la lettura
Elisabetta Barbieri e Federico Tonin
Elisabetta Barbieri e Federico Tonin

Gialuca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia e consigliere comunale milanese, ha proposto di istituire la Giornata del Volontariato il 7 febbraio, giorno del tragico incidente sull’autostrada A14 dove hanno perso la vita Elisabetta Barbieri e Federico Tonin, due volontari che trasportavano cani e gatti adottati.

Giornata del Volontariato

Il 7 febbraio diventi la giornata del volontariato degli animali” ha chiesto Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia. La data è quella dell’incidente in cui hanno perso la vita i due staffettisti che trasportavano cani e gatti adottati dal Sud al Nord Italia. Il terzo volontario è ricoverato in ospedale ma non è in pericolo di vita. “Ho scritto una lettera alla Presidenza del Consiglio dei Ministri affinché istituisca, in memoria di Elisabetta Barbieri e Federico Tonin, la ‘Giornata nazionale del volontariato per gli animali a partire dal prossimo 7 febbraio. Auspico che il nuovo governo possa accogliere questa mia richiesta” ha spiegato Comazzi. Il consigliere di Forza Italia conosceva le due vittime. “In uno dei suoi ultimi messaggi Elisabetta avrebbe voluto donarmi un cane come regalo di Natale. Purtroppo non è stato possibile ma è anche per onorare la loro vita e il loro amore per gli animali che continuerò a lottare per i diritti dei nostri amici a quattro zampe” ha dichiarato. Le due vittime sono Elisabetta Barbieri e Federico Tonin. La donna era di origini pugliesi ma residente a Rho, molta conosciuta dalle associazioni animaliste, era una staffettista dell’enea di San Severo a Foggia. Si occupava di trasportare cani e gatti abbandonati da dare in adozione.

L’uomo aveva 47 anni ed era residente ad Arconate. Lascia la compagna e una figlia piccola. Era ritenuto da tutti i cittadini del suo paese come un uomo solare e pieno di energia, come ha ricordato il Comune su Facebook. “Ci rimarranno nel cuore la sua ironia, la sua vitalità e la grande generosità. La sua morte ci lascia attoniti e sgomenti. L’amministrazione porge al fratello Gabriele e alla moglie, a tutta la sua famiglia, ai suoi amici, ai suoi conoscenti e a tutti coloro che gli hanno voluto bene le più sentite e commosse condoglianze. Ciao Federico, riposa in pace!” è stato scritto. “Tutto il mondo animalista è straziato da questa enorme tragedia. L’impegno di Elisabetta Barbieri ed il suo staff è sempre stato sincero, costante, mettendo al primo posto il benessere degli animali. Troppo spesso si dimentica il ruolo fondamentale di persone che come Elisabetta trasportano ogni giorno animali per portarli a centinaia di chilometri per dargli la possibilità di iniziare una nuova vita. Elisabetta e il suo staff hanno collaborato con l’Enpa in moltissime occasioni, aiutando le nostre Sezioni. Sono centinaia gli animali che oggi vivono felici nelle loro nuove famiglie anche grazie a lei. Il suo impegno ha fatto la differenza. Ci mancherai Elisabetta. La nostra Associazione ti ricorderà sempre con immensa gratitudine” ha scritto Carla Rocchi, presidente nazionale Enpa.