Ricoverato per sospetto Covid muore nel bagno del pronto soccorso a Napoli

·2 minuto per la lettura

 

AGI - E' stato trovato privo di vita nel bagno dell'area dedicata di pronto soccorso dell'Ospedale Cardarelli di Napoli. Un paziente ricoverato oggi con probabile infezione da Covid-19 è morto. A ritrovare il corpo è stato il personale dell'ospedale che ha notato l'eccessiva permanenza dell'uomo nella toilette. Pochi minuti dopo, approfittando dell'allontanamento dei soccorritori andati a prendere una lettiga sulla quale adagiare il corpo, qualcuno ha postato un video sul web che mostrava l'uomo privo di vita riverso sul pavimento.

Al momento non è possibile stabilire quale sia stata la causa del malore che ha portato al decesso, come non è possibile stabilire se l'uomo fosse positivo al Covid-19. Tuttavia la direzione sanitaria del Cardarelli ha avviato ogni indagine necessaria. "E' deprecabile - dice il direttore generale Giuseppe Longo - che eventi simili siano oggetto di strumentalizzazioni tese a costruire terribili e pericolose suggestioni nell'opinione pubblica". Proprio per questo, e "per il rispetto dovuto alla sofferenza della famiglia", la direzione strategica del Cardarelli ha avviato un'indagine interna tesa ad accertare chi e in che modo abbia girato e diffuso il video.

Si è intanto conclusa l'acquisizione delle informazioni da parte degli ispettori del ministero della Sanità che, accompagnati dai carabinieri del Nas, da lunedì scorso hanno monitorato quattro ospedali di Napoli. Per i sei ispettori e i militari dell'Arma sono stati giorni di confronto con i manager dei nosocomi per acquisire i dati su posti letto, anche in terapia intensiva, e sul personale. Lavoro che ha coinvolto lo stesso Ospedale Cardarelli, i nosocomi Monaldi e Cotugno, l'Ospedale del Mare.

Per ora non c'è un passaggio della Campania dalla zona gialla a quella rossa, ma il governo sta valutando l'ipotesi del rafforzamento dell'esercito e della Protezione civile a Napoli. L'ipotesi è emersa durante la riunione che si è tenuta tra il premier Conte e i capi delegazione di maggioranza sulla gestione dell'emergenza coronavirus.