Rider investito a Torino, arrestato pirata della strada

webinfo@adnkronos.com

Giovedì scorso nel quartiere San Donato a Torino aveva investito un rider e si era dato alla fuga senza prestare soccorso. Oggi è stato identificato e arrestato dai carabinieri e dagli agenti della Polizia municipale. Si tratta di un 48enne, italiano, senza patente perché già revocata. Soccorsa dai sanitari del 118, la vittima è stata ricoverata in ospedale in prognosi riservata. 

Gli immediati accertamenti della Polizia Municipale, insieme alle testimonianze di alcuni passanti, avevano consentito agli agenti di risalire a una targa parziale dell'investitore, raccogliendo anche preziosi frammenti di un fanale infrantosi nell'impatto. Ma la svolta è arrivata soltanto sabato sera, a seguito di alcune telefonate anonime, arrivate alla centrale operativa dei carabinieri a cui vengono riferite circostanze vaghe, ma utili individuare con certezza l'identità del presunto conducente del veicolo.  

Carabinieri e agenti della Polizia Municipale hanno avviato immediate ricerche in numerose carrozzerie individuando, dopo alcuni giorni, l'auto investitrice a Grugliasco, danneggiata in punti compatibili con i frammenti rinvenuti sul luogo del sinistro. Sentitosi braccato, il 48enne ha deciso di presentarsi presso la Squadra Volanti della Questura di Torino ove, dopo aver reso frammentarie spontanee dichiarazioni, se ne comprendeva la riconducibilità al grave incidente stradale. Ultimate le formalità di rito, l'uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato per lesioni personali stradali gravissime, fuga e omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale.