Rientrata in Italia la coppia bloccata in India dal Covid: lei positiva ricoverata a Firenze

·Contributor HuffPost Italia
·2 minuto per la lettura
- (Photo: ansa)
- (Photo: ansa)

Rientrata in Italia la famiglia di Campi Bisenzio che era rimasta bloccata in India a causa del Covid. La missione per riportare con un volo sanitario Simonetta Filippini, il marito Enzo Galli e la piccola Mariam Gemma si è conclusa ieri notte, quando l’aereo è atterrato, alle 22,15, all’aeroporto di Pisa.

La famiglia Galli era partita per l’India per adottare una bambina e poi era rimasta bloccata a causa del virus. Le condizioni di Simonetta Filippini, positiva al Covid dal 28 aprile scorso, nei giorni scorsi si erano aggravate: aveva avuto problemi di saturazione e bisogno dell’ossigeno. Simonetta è stata trasferita con un’ambulanza di biocontenimento della Misericordia di Lucca all’ospedale fiorentino di Careggi, dove si trova ricoverata nel reparto di pneumologia. Il marito e la figlia sono stati accompagnati con un’ambulanza della Croce Viola di Sesto Fiorentino in ospedale per gli accertamenti e la quarantena: Enzo a Careggi per gli esami e Miriam al Meyer.

Ad accogliere all’aeroporto pisano la famiglia ieri notte c’era l’assessore Monia Monni. “Da mamma, non poteva esistere modo più bello per celebrare le mamme che andarne a prendere una che, dopo una battaglia durissima, torna a casa con la famiglia per la quale ha combattuto - ha scritto Monni su Facebook - Ora ci prenderemo cura di loro, perché possano iniziare, il prima possibile, la nuova vita che hanno tanto desiderato. Ero lì, sulla pista di atterraggio, vestita come un’aliena per dire a te, Simonetta, e attraverso di te a tutte le mamme del mondo (compresa la tua, che è dolcissima). Buona festa della mamma. Bentornati!”.

“Simonetta, Enzo e la bimba sono seguiti dal nostro personale sanitario - ha scritto ancora Monni - La piccola è ricoverata in Pediatria del Meyer, coccolata e accudita dagli infermieri e dalle infermiere che si alternano giorno e notte per tener...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.