Rientro incontrollato sulla Terra di almeno 5 tonnellate di detriti spaziali

Rientro incontrollato sulla Terra di almeno 5 tonnellate di detriti spaziali

Era andato tutto secondo i piani lo scorso 24 luglio, quando il razzo cinese Lunga Marcia 5B aveva lasciato la base spaziale di Wenchang, sull'isola di Hainan, alla volta della stazione spaziale cinese Tiangong. Ora, però, un grosso componente del razzo è in fase di caduta incontrollata verso la Terra e il suo impatto è previsto nelle prossime ore.

L'area interessata dalla caduta dei detriti spaziali al momento è circoscritta all’Oceano Pacifico settentrionale, ma non se ne può avere ancora la certezza, così come non si può sapere se i componenti bruceranno completamente nell’atmosfera, oppure no.

Una massa anomala

Secondo il Centro statunitense per gli studi sulle orbite e il rientro dei detriti spaziali (Cords), "sarà un frammento tra le 5 e le 9 tonnellate a toccare il suolo terrestre". Ed è proprio la dimensione del frammento a preoccupare gli esperti, visto che il rientro sulla Terra di piccoli detriti spaziali è un fatto abbastanza comune.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli