Riesplode la protesta in Libano. Scontri con la polizia a Beirut

Caos a Beirut, dove i manifestanti scesi in piazza per protestare contro la situazione economica del Paese e chiedere un cambio di leadership, hanno cercato di prendere d'assalto la sede del Parlamento, facendo scattare la reazione della polizia. Le manifestazioni in Libano - iniziate lo scorso 17 ottobre - hanno avuto un rilancio questa settimana, sullo sfondo dei ritardi nella formazione di un nuovo governo, in grado di affrontare la crisi economica che affligge il Paese.

I manifestanti si sono radunati in diverse zone della capitale, marciando verso il centro sotto lo slogan "Non pagheremo noi il prezzo". Prima di arrivare alla sede del Parlamento, decine di dimostranti hanno lanciato pietre e cartelli stradali contro gli agenti che presidiavano i palazzi delle istituzioni. Le forze di sicurezza sono intervenute con cannoni ad acqua e lacrimogeni.