A Rieti il Festival con Francesco nella Valle Santa

Ssa

Roma, 2 ott. (askanews) - "Fratelli, sposi e madri di ogni creatura": è questo il tema della seconda edizione del Festival "con Francesco nella Valle", organizzato dal 10 al 13 ottobre a Rieti dal laicato terziario francescano in collaborazione con i Frati minori di Rieti e di Roma e la diocesi del capoluogo laziale.

Dopo il grande successo della prima edizione, confermato dalla calorosa partecipazione della comunità locale laica e religiosa, nonché da pellegrini e turisti provenienti da ogni parte d'Italia, anche questo secondo appuntamento in programma nell'ottobre francescano, sarà animato da spettacoli, musical, concerti, teatro, celebrazioni religiose, incontri, dibattiti e momenti di solidarietà. Dall'alto dei quattro santuari, FonteColombo, Poggio Bustone, Greccio e la Foresta, testimoni di tanta storia legata a Santo Francesco - che apriranno le loro porte alle visite guidate - e fino al centro di Rieti, che sarà teatro della kemesse, in tutta la Valle santa, riecheggerà il messaggio evangelico francescano che ci vuole riconciliati con Cristo e per questo con la creazione intera.

"L'evento - come spiega fra Marino Porcelli, coordinatore del santuari della valle Santa - nasce con lo scopo di diffondere il messaggio universale di Francesco d'Assisi in chiave contemporanea per proporre una evangelizzazione di piazza e si snoda come un vero e proprio percorso culturale e spirituale di quattro giorni sul patrimonio del territorio reatino ancora poco conosciuto nella sua rilevanza storico naturalistica".

Una miriade di iniziative culturali, spirituali, artistiche, folkloristiche, sportive e culinarie, daranno forma alla manifestazione pensata per essere vissuta gratuitamente, all'aperto e tra la gente, rivolta sia ad un pubblico devoto sia ad un pubblico laico, in grado di coinvolgere giovani e adulti.

"La protezione e la valorizzazione del territorio e della cultura, legate alla presenza di San Francesco nella provincia di Rieti - aggiunge Stefania Marinetti, presidente odv con Francesco nella Valle- nonché la promozione e lo sviluppo delle attività ad esse connesse, rappresentano le finalità primarie che guidano lo spirito di questo evento". Protagonisti ed autori del ricco programma sono stati anche un gruppo di giovani che hanno aderito con entusiasmo alla chiamata a partecipare alla redazione del cartellone.

Il tema di questa edizione trova la sua massima rappresentazione nella fiaccolata "Una regola per la vita", (in programma l'11 ottobre), una marcia silenziosa, di fede, di riflessione e di meditazione che partirà dal Santuario di Fonte Colombo e arriverà a Piazza San Francesco, centro nevralgico dell'evento. Da segnalare, il ruolo centrale del pub francescano, allestito per l'occasione all'interno dello splendido chiostro della chiesa di San Francesco. Il pub è un'occasione di confronto e dialogo specialmente per coloro che sono lontani dal messaggio francescano. È qui che l'evangelizzazione, forza dell'Evento, accompagnata dalla musica pop rock italiana ed inglese, si farà sentire in maniera importante in una cornice fatta di buon cibo e bevande: energia di vita, elementi essenziali per l'uomo, sinonimi del "pane" e del "vino", significativi elementi biblici, segno di alleanza tra Dio e l'umanità.

L'organizzazione del pub francescano si unirà all'importante esperienza della mensa di Santa Chiara punto di accoglienza per il pranzo dei più bisognosi, che per l'occasione si sposterà nel chiostro di San Francesco. Il programma prevede decine di iniziative e di attività per grandi e piccini. Giovedì 10 ottobre, il centro storico si scalderà con le preziose parole di Alessandro e Maide amici fraterni della Serva di Dio Chiara Corbella. Nei giorni successivi i confronti e i dibattiti di stampo socio-economico-politico daranno a tutti l'opportunità di essere protagonisti del Festival, intessendo un dialogo continuo tra gli ospiti, provenienti sia dallo scenario nazionale che internazionale, ed il pubblico che animerà gli spazi della città protagonisti dell'evento. La giornata di sabato 12 Ottobre si colorerà attraverso le storie di ragazzi, esempi di lotta nella vita e per la vita, testimoniata dall'esperienza di Sammy Basso, protagonista anche del musical serale che rappresenterà l'evento nell'evento. Verrà inoltre organizzato, grazie al CSI Rieti, un villaggio sportivo attrezzato, in modo tale che attraverso attività sportive e ricreative si possa vivere appieno l'anima dell'evento. Dalle ore 12 del sabato fino alle 12 della domenica, avranno luogo anche i due contest dell'evento, quello floreale e quello fotografico, che rappresentano un'ulteriore occasione di coinvolgimento del pubblico nelle attività e nella valorizzazione del territorio della valle santa reatina. Il tutto si concluderà con la celebrazione eucaristica di domenica 13 Ottobre alle ore 12 presieduta dal Vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili.

Tutte le donazioni raccolte durante i quattro giorni della manifestazione verranno devolute alla mensa santa Chiara che oltre a un pasto, offre tutto l'anno, un servizio di ascolto e supporto fraterno con gli anziani e le famiglie che vi si rivolgono.