Rifiuta coppia gay su Airbnb, piattaforma: “Aperta indagine”

rifiuta coppia gay airbnb

Nuovo caso di discriminazione online, e questa volta i protagonisti sono due ragazzi gay. Uno di loro aveva avanzato una richiesta di prenotazione sulla popolare piattaforma Airbnb, ma gli è stata rifiutata perché omosessuale: “Non accetto due uomini. Accetto sempre in presenza di un’altra donna” ha risposto la proprietaria, nello stupore misto a incredulità del giovane. Il fatto è stato denunciato con una nota di Arcigay, che ha parlato “atteggiamento inaccettabile” che va “duramente sanzionato”.

Rifiuta coppia gay su Airbnb

Come testimoniato dagli screenshot postati dal diretto interessato, al vedere la richiesta per due persone, la proprietaria l’ha contattato: “Cortesemente fammi sapere se sei in coppia con una donna che è nelle piccole regole della casa. Solo uomini accompagnati da fidanzata, compagna, amica oppure moglie” si legge. Lo scambio di messaggi è proseguito fino a quando il giovane, esasperato, ha fatto notare come non ci fosse nessun regolamento della piattaforma che permetta di impedire l’affitto a coppie omosessuali.

chat airbnb
chat airbnb
chat airbnb
chat airbnb

La denuncia di Arcigay

La policy di Airbnb è molto netta sul tema delle discriminazioni: agli host non è consentito rifiutare un ospite sulla base dell’etnia, del colore della pelle, della provenienza geografica, della religione, dell’orientamento sessuale, dell’identità di genere o dello stato civile. Pertanto chiediamo l’immediata espulsione dell’host dalla piattaforma” si legge nel post di Arcigay. “Da anni siamo impegnati a rendere il nostro territorio accogliente e inclusivo – scrive invece il presidente di Arcigay Foggia -. Questa notizia ci indigna profondamente e ci fa rabbia: chi sceglie le nostre terre come luogo di vacanza deve potersi sentire accolto, ogni atteggiamento di esclusione fa male alla nostra terra oltre che alle persone che ne sono destinatarie“.

segnalazione arcigay

Aperta indagine

A seguito della segnalazione di Arcigay, Airbnb ha fatto sapere di aver avviato un’indagine. “Siamo in contatto con l’ospite per fornire l’aiuto e il sostegno necessari. Non c’è spazio per le discriminazioni su Airbnb, vanno contro i nostri principi e interveniamo ogni qual volta veniamo al corrente di casi di questo genere, anche rimuovendo un utente dalla nostra community” si legge nella nota.