Rifiutano la mascherina e scoppia la rissa: carabiniere ferito

·2 minuto per la lettura
senza mascherina scoppia rissa al bar
senza mascherina scoppia rissa al bar

É accaduto di nuovo. Nonostante l’aggravarsi della situazione data dal Coronavirus, nel nostro paese c’è ancora chi si ostina nel non seguire le regole, per il bene non solo di se stesso, ma anche della comunità, come accaduto a Medolla nella giornata di ieri, 1 Novembre.

Rissa al bar perchè senza mascherina

A Medolla, in provincia di Modena, le regole per qualcuno sono difficili da comprendere, come è accaduto in un bar del paese. Due fratelli indiani infatti, sono entrati nel bar per ordinare due birre, senza indossare il dispositivo di protezione individuale, la mascherina, dispositivo tra l’altro, obbligatorio indossare quando si è fuori casa, se non per specifiche condizioni.

La barista quindi, resasi conto che i due ne erano privi, gli ha invitati a indossarla. I due avventori invece, noncuranti si sono diretti tranquillamente al frigobar, per servirsi in autonomia. Quando poi la donna li ha nuovamente invitati a indossare la mascherina, i due hanno iniziato a schernirla e insultarla. All’interno del bar in quel momento si trovavano anche due fratelli di nazionalità romena, i quali, si sono avvicinati al bancone per difendere la barista. A quel punto tra i quattro è inziata una lite furibonda con calci e pugni, portando alla distruzione anche di alcuni arredi del locale, oltre a ferirsi reciprocamente sia alla testa, al costato e alle mani.

Nel frattempo qualche avventore, che ha assistito alla scena, ha chiamato il 112 e sono intervenuti i carabinieri di Carpi, Medolla, San Prospero e Finale Emilia. Nella concitazione del momento, un carabiniere intervenuto è rimasto ferito da uno dei quattro, che tentava di divincolarsi nella speranza di scappare. Il carabiniere è stato colpito da un calcio che gli ha provocato la frattura del braccio. I quattro alla fine sono stati arrestati e accusati di resistenza a pubblico ufficiale, rissa aggravata e lesioni personali aggravate.