Rifiuti, Anci Sicilia: "Noi parte civile in 'mazzetta sicula'"

Red/Gca

Palermo, 5 giu. (askanews) - L'ANCI Sicilia si costituir parte civile nell'eventuale procedimento penale in relazione a quanto emerso nell'operazione 'mazzetta sicula' sulla gestione della discarica di Lentini". Lo ha annunciato il presidente di ANCI Sicilia, Leoluca Orlando che spiega: "Quest' ultima vicenda rischia di rappresentare una ulteriore conferma di quanto pi volte denunciato negli ultimi anni dall'ANCI Sicilia. La conferma di un sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia fondato sull'oligopolio e su pochi interessi privati, un sistema che per anni ha favorito alti profitti per i privati rappresentando un danno per strutture e impianti pubblici ed un aggravio di costi per i comuni e quindi anche per i cittadini". "Dal 2014 - ha aggiunto il presidente dell'Associazione dei comuni siciliani - come ANCI Sicilia siamo intervenuti in tutte le sedi competenti per denunciare gli effetti di questo sistema fondato su un "ricatto" in base al quale, nel breve periodo, l'unica alternativa al conferimento nelle poche discariche operanti era quella di avere i rifiuti per strada con le evidenti gravi conseguenze anche sul piano sanitario". "Per queste ragioni -ha concluso Orlando - riteniamo che complessivamente i comuni siano stati parte lesa nella vicenda della gestione dei rifiuti e, pertanto, sia doveroso richiedere in questo come in altri eventuali processi di costituirsi parte civile".