Rifiuti Edili: La Slovenia e il suo “Rebirth”

Questione annosa. I lavori edili generano oltre 2 tonnellate di rifiuti da costruzione e demolizione per ogni cittadino europeo ogni anno. E questo dato è in costante aumento. Un nuovo protocollo dell’Unione Europea sulla costruzione e demolizione gestione ha introdotto linee guida ben precise per l’industria su come riciclare e riutilizzare tali rifiuti e trasformarli in nuove risorse.

Questo 2017 segna il 25° anniversario del programma LIFE che, a livello europeo, sostiene dalla sua nascita diverse tipologie di progetti e, di anno in anno, delle nuove opportunità di richieste di finanziamenti. Questo programma è stato istituito nel 1992 per sostenere progetti nell’UE e in alcuni paesi candidati e limitrofi ed è articolata in più parti anno dopo anno ed ogni volta vengono destinati dei fondi a favore di progetti per la tutela della natura e della biodiversità. La parte restante, invece, a progetti di politica ambientale e di sensibilizzazione ai temi dell’ambiente. Per quanto riguarda il 2017 le nuove richieste di fondi possono essere effettuate da aprile fino a settembre di quest’anno.

Dalla sua fondazione, il progetto LIFE ha finanziato più di 4300 progetti di tecnologia verde, conservazione della natura e del clima e la Slovenia, ha già chiesto e ottenuto (per il quadriennio 204-2020) finanziamenti per un progetto chiamato REBIRTH che mira ad aumentare e migliorare sempre di più il riciclaggio dei rifiuti industriali e costruzione, demolizione e riutilizzo come nuovo di materiale da costruzione rigenerato.

La Slovenia, da quando ha iniziato il progetto, ha sempre avuto l’intenzione di ridurre al massimo la necessità di utilizzare le discariche illegali e mira, entro il 2020, al riutilizzo di almeno il 70% dei materiali da smaltire come rifiuti edili.

Alenka Mauko Pranjic – Project Manager Rebirth

“Sì, è vero siamo consapevoli che in edilizia e ingegneria civile possiamo utilizzare una gran parte di materiali di recupero. Questo per noi è molto importante vista che, nel 2020 contiamo di raggiungere il 70% di tasso di riciclo di materiali da costruzione e demolizione rifiuti”

In direzione sud-est di Maribor ci rendiamo conto di quanto, questo grande cantiere, generi dei rifiuti. La prova che questa zona è ora un modello per l’economia circolare in quanto queste tonnellate di cemento e acciaio saranno completamente riciclate.

Mitja Strajnar, ingegnere

“Il calcestruzzo sarà riutilizzato per la costruzione del terreno di base della strada, mentre il rinforzo in ferro verrà elaborato e poi utilizzato come un nuovo prodotto”

Che tipo di rifiuti possono essere effettivamente riciclati? Quanto è importante, ad esempio effettuare il riciclaggio più vicino al cantiere? E a quale costo? Nell’ambito del progetto Rebirth centinaia di imprenditori sloveni hanno partecipato a conferenze o manifestazioni che hanno permesso loro di rispondere a tutte queste domande e cominciano ad acquisire nuovi spuinti di riflessione. Facciamoci fare una consulenza specialistica da un ingegnere esperto in riciclaggio di materiali da costruzione.

Mirko Špronzer – Ingegnere

“Con le esperienze e le informazioni che abbiamo acquisito, noi e gli imprenditori abbiamo cambiato il nostro modo di pensare. In questo modo abbiamo riconosciuto nuove opportunità di business. Nel nostro sviluppo diamo attenzione alla combinazione di rifiuti, diversa da ogni tipo di settore per quanto riguarda la loro origine, ad esempio l’ingegneria civile, l’industria, i servizi pubblici e la gestione delle acque”

Altra buona notizia per l’ambiente è che il numero di discariche illegali in Slovenia è in calo. Alenka, tu stai seguendo questo progetto dal suo inizio qui in Slovenia. I risultati ottenuti oggi sembrano molto incoraggianti.

Alenka Mauko Pranjic – Project Manager Rebirth

“Sì, è vero. Il tasso di riciclo di di rifiuti da costruzione e demolizione è più alto del 10% e, al tempo stesso, abbiamo l’1,5% di risparmio delle risorse naturali”

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità