Rifiuti, Gava: 'Parte missione economia circolare, velocità elemento strategico'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 set. (Adnkronos) – "Un miliardo e 500 milioni di euro per nuovi impianti per la gestione dei rifiuti e per l’ammodernamento di impianti esistenti, 600 milioni per progetti 'faro' di economia circolare. Sono stati pubblicati, puntuali con il cronoprogramma del Pnrr, i decreti che avviano le procedure per lo stanziamento ed entro 15 giorni arriveranno i bandi pubblici". Così Vannia Gava, sottosegretario alla Transizione ecologica e capo dipartimento ambiente della Lega, nel corso del suo intervento alla presentazione del Rapporto di Sostenibilità Conou.

"Tre linee di intervento: miglioramento della raccolta differenziata, ammodernamento di impianti esistenti e realizzazione di impianti innovativi di riciclaggio in particolare per lo smaltimento di fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili – continua – Questi progetti, attraverso l’organizzazione in forma di 'distretti circolari', porteranno una maggiore resilienza e indipendenza del sistema produttivo e consentiranno di raggiungere gli obiettivi di economia circolare, incremento occupazionale e impatto ambientale".

"La velocità è un elemento strategico e, pertanto, è previsto che gli interventi debbano essere completati entro il 30 giugno 2026. Si tratta di un bel biglietto da visita anche internazionale nei giorni della Cop 26 sul clima e della presidenza Draghi del G20", dice.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli