Rifiuti: Hera, un'app per segnalazioni e trovare isole ecologiche più vicine

webinfo@adnkronos.com

Un servizio di geolocalizzazione sempre più preciso per effettuare le segnalazioni e trovare le stazioni ecologiche più vicine, nuove mappe interattive, un calendario sempre aggiornato delle raccolte porta a porta: queste le principali novità dell’app “Il Rifiutologo” del Gruppo Hera dedicata ai servizi ambientali. Già 310.000 le persone che la utilizzano, di cui quasi 18 mila cittadini nella città di Bologna. 

“Il Rifiutologo” non è solo un’app ma è anche un sito vero e proprio, consultabile all’indirizzo www.ilrifiutologo.it, dove trovare contenuti informativi sulla raccolta differenziata e su tutto ciò che c’è da sapere sui servizi ambientali offerti al territorio. L’App offre, però, qualche funzione speciale, pensata proprio per fruirne in mobilità, ecco le principali. 

Dove lo butto? La funzione cerca il rifiuto risponde a ogni dubbio. Digitando il materiale da buttare, compare subito il posto giusto in cui conferire il rifiuto. 4.000 le voci consultabili. Per i prodotti di largo consumo, inoltre, è possibile scansionare il codice a barre con il cellulare per ricevere le informazioni su come effettuare la raccolta differenziata. Se un materiale non è presente nel database, il cittadino può segnalarlo e Hera aggiornerà l’archivio. 

Si arricchiscono le mappe interattive e arriva la nuova modalità 'geolocalizzazione' grazie alla quale, per indirizzo di residenza, l’app trova la stazione ecologica più vicina. Si possono anche visualizzare le isole interrate della zona, con l’indicazione dei rifiuti conferibili. E ancora: trovare il punto più comodo in cui portare quelli particolari (come rifiuti elettronici, oli alimentari e farmaci), cercare i centri di raccolta itineranti e i punti più vicini in cui ritirare l’occorrente per la differenziata.  

Cittadini in prima fila: grazie all'app è possibile inviare segnalazioni anche fotografiche geolocalizzate di rifiuti abbandonati, cassonetti troppo pieni o danneggiati. i tecnici di Hera che, una volta eseguito l’intervento, mandano una notifica allo smartphone da cui hanno ricevuto la segnalazione. In questo modo, l’utente sa che la sua segnalazione è andata a buon fine. Nel bolognese, dall’inizio del 2019, sono state effettuate quasi 22mila segnalazioni.  

Infine, per i cittadini che risiedono in un comune dove è attiva la raccolta porta a porta, l’app mette a disposizione i calendari, consultabili inserendo via e numero civico dell’abitazione.