Rifiuti, mancata raccolta differenziata negozi: Pm Roma indaga

Nav

Roma, 9 ott. (askanews) - Rifiuti delle attività commerciali non raccolti secondo le regole della 'differenziata'. E' questo l'ambito investigativo che gli inquirenti della Procura di Roma si sono dati nell'ambito di una indagine avviata da alcune settimane. Della questione si è occupato anche un servizio della trasmissione di Italia 1 'Le Iene'. I magistrati del pool 'reati in danno della pubblica amministrazione' - coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo - ipotizzano una fattispecie fraudolenta. In base a quanto denunciato da alcuni operatori, anche in tv, la raccolta avviene nelle ore notturne, quando gli esercizi commerciali sono chiusi e ciò rende impossibile raccogliere la differenziata. Ma alcuni dipendenti passerebbero con il palmare dell'azienda un codice a barre presente all'esterno dell'utenza e in questo modo risulta che l'attività è stata fatta in modo regolare. Ma il fatto non risponderebbe a realtà. Questa condotta è sistematica od episodica? Questa la domanda che ci si pone. L'ipotesi più probabile è una truffa ai danni delle casse comunali.