Rifiuti, a Milano vola la raccolta differenziata

fcz

Milano, 26 mar. (askanews) - L'ambiente migliora a Milano e in Lombardia grazie alla raccolta differenziata. Secondo quanto emerge un'elaborazione effettuata dalla Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati del Modello Unico di Dichiarazione ambientale, nel 2018 il peso della raccolta differenziata nella città metropolitana di Milano ha lambito quota un milione di tonnellate, cifra che rappresenta quasi i due terzi (il 65,5%) del totale dei rifiuti raccolti. Un quantitativo nettamente superiore (il 16,8% in più) rispetto a quello registrato nella stessa area 10 anni fa.

Secondo il report, l'anno scorso ogni milanese ha prodotto in media 1,37 Kg di rifiuti al giorno, contro gli 1,39 Kg dichiarati nel 2017 e gli 1,49 Kg nel 2008. Oltre un terzo della raccolta differenziata urbana è fatta di rifiuti organici (341 mila tonnellate raccolte nel 2018, in calo dello 0,2% in un anno ma con un boom del 66,2% nell'arco di un decennio). Viene poi la carta con 173 mila tonnellate (17,4% del totale, -1,7% rispetto al 2017, -9,4% dal 2008). In terza posizione il vetro con 142 mila tonnellate (+1,2% in un anno, +6,1% in dieci). Quarta la plastica con 73 mila tonnellate (+3,2% sul 2017 e +49,7% rispetto al 2008). In crescita i rifiuti elettrici che hanno fatto segnare quasi 13 mila tonnellate rispetto alle 9 mila del 2008 (+1,4% in un anno, +40,8% in dieci).

Nell'area metropolitana, il maggiore contributo alla raccolta differenziata totale arriva dal comune di Milano con 402 mila tonnellate all'anno. Seguono alcuni comuni dell'hinterland: Rho con 27 mila, Sesto San Giovanni, Legnano e Cinisello Balsamo con circa 18 mila, Cologno Monzese con 17 mila, Paderno Dugnano con 15 mila. Tra le prime la differenziata in generale pesa di più a Rho (75,43% del totale raccolto) e a Legnano (70,31%) mentre nel territorio cittadino di Milano la percentuale è pari al 58,6%. I comuni più "green", cioè quelli che superano il 90% di raccolta differenziata sul totale, sono Cisliano, Carugate, Cassinetta di Lugagnano e Bernate Ticino. Seguono Trezzano Rosa, Mesero, Casorezzo e Grezzago.

In Brianza, a contribuire di più alla raccolta differenziata totale è il comune di Monza con oltre 34 mila tonnellate all'anno. In provincia, è l'organico è il rifiuto per cui si fa più raccolta differenziata urbana (92 mila tonnellate), seguito dalla carta (42 mila tonnellate rispetto alle 39 mila del 2017) e dal vetro con oltre 34 mila tonnellate (erano 33 mila). Anche nel Lodigiano, spetta alla città capoluogo il primato per il quantitativo di rifiuti più riciclati. Nella provincia di Lodi, un terzo della raccolta differenziata è composta da rifiuti organici (oltre 25 mila tonnellate raccolte). Ci sono poi sono la carta (10 mila tonnellate), gli ingombranti e il vetro (6 mila tonnellate), gli inerti, il legno e la plastica (oltre 4 mila tonnellate).