Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘ciclo illecitamente monitorato e governato da Tosini’

·1 minuto per la lettura
Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘ciclo illecitamente monitorato e governato da Tosini’
Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘ciclo illecitamente monitorato e governato da Tosini’

Roma, 16 mar. (Adnkronos) – "Il quadro probatorio raccolto nel corso delle indagini svolte ha svelato con sconcerto che il ciclo integrato dei rifiuti urbani della Regione Lazio è illecitamente monitorato e governato da Flaminia Tosini". Lo scrive il gip di Roma Annalisa Marzano nell’ordinanza di custodia cautelare con cui ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti di Flaminia Tosini, dirigente della Regione Lazio, e di Valter Lozza, amministratore delle società 'Ngr Srl' e 'Mad Srl', operanti nel settore dello smaltimento rifiuti. Le accuse sono concussione, corruzione, e turbata libertà di procedimento di scelta del contraente. Ad eseguire le misure sono stati i Carabinieri del Comando Tutela Ambientale, su richiesta dei procuratori aggiunti Paolo Ielo e Nunzia D’Elia.

Per il gip, la Tosini "nella qualità di direttore regionale della 'direzione politiche ambientali e ciclo dei rifiuti' anziché destinare le proprie conoscenze tecniche e le proprie funzioni all'interesse pubblico, e in particolare al bene pubblico per eccellenza quale quello della salubrità dell'ambiente, destinava il proprio ufficio e l'intero reparto dedicato al ciclo integrato dei rifiuti, nel quale si muoveva con straordinaria disinvoltura, agli interessi privati di Valter Lozza".