Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘meccanismo criminoso collaudato, estremamente pericoloso’

·1 minuto per la lettura
Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘meccanismo criminoso collaudato, estremamente pericoloso’
Rifiuti: ordinanza arresti Lazio, ‘meccanismo criminoso collaudato, estremamente pericoloso’

Roma, 16 mar. (Adnkronos) – “Si tratta di un meccanismo criminoso, ben collaudato, estremamente pericoloso e pregiudizievole sia per la corretta e trasparente individuazione di un sito idoneo alla destinazione dei rifiuti solidi urbani della Capitale, che nella complessiva gestione degli interessi inerenti la gestione delle attività dedite allo smaltimento dei rifiuti e alla gestione delle discariche”. Lo scrive il gip di Roma Annalisa Marzano nell’ordinanza di custodia cautelare con cui ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti di Flaminia Tosini, dirigente della Regione Lazio, e di Valter Lozza, amministratore delle società 'Ngr Srl' e 'Mad Srl', operanti nel settore dello smaltimento rifiuti. Le accuse sono concussione, corruzione, e turbata libertà di procedimento di scelta del contraente. Ad eseguire le misure sono stati i Carabinieri del Comando Tutela Ambientale, su richiesta dei procuratori aggiunti Paolo Ielo e Nunzia D’Elia.

“I contatti e le aderenze che Flaminia Tosini e Valter Lozza possiedono, ciascuno nel settore di competenza, connotano di concretezza e attualità il pericolo che il protrarsi di illecite condotte possa sfociare in determinazioni amministrative ancor più pericolose per la collettività – si legge – (ad esempio destinando il sito di Monte Carnevale a discarica di Rsu della Capitale), così come il permanere della Tosini nell’ufficio pubblico da costei diretto sarebbe certamente foriero di indebite pressioni, di pregiudizievoli manipolazioni, di illecite determinazioni”.