Rifiuti, Politi (Lega): a Roma un manipolo di improvvisati

Red/rus

Roma, 30 nov. (askanews) - "Dalla stampa odierna apprendiamo un'apertura verso i termovalorizzatori da parte della Giunta Raggi. Per tre anni si sono rifiutati di prendere in considerazione le nostre proposte, poi con il disastro tra le mani, cercano di tornare sui loro passi. Se invece di cambiare assessori e cda Ama, Virginia Raggi si fosse approcciata seriamente ad un credibile piano rifiuti, oggi non saremmo in questo stato. Hanno sempre detto no alle discariche e oggi tornano indietro. Hanno sempre detto no ai termovalorizzatori e oggi iniziano a pensarci. Un manipolo di improvvisati, che con la complicità di Zingaretti, sta tenendo in ostaggio la nostra città. Ora rimane di cambiare idea sull'ultima cosa: si dimettano e liberino Roma dalla loro incompetenza. Siamo sempre stati a disposizione per sostenere le scelte importanti in città, ma dalla maggioranza capitolina a cinque stelle e dal Partito Democratico in Regione, abbiamo trovato solo approcci ideologici che hanno portato la città al collasso. Il loro ambientalismo di facciata ha sommerso la Capitale di rifiuti e oggi pensano ad una discarica che andrà ancora una volta ad appensarantire una parte periferica di Roma".

Lo dichiara in una nota Maurizio Politi, capogruppo lega in Assemblea Capitolina.