Rifiuti Roma, Cacciatore (M5S): no a Monte Carnevale

Bet

Roma, 3 gen. (askanews) - "Riguardo a Monte Carnevale - indicato al momento dalla sindaca Virginia Raggi e al netto di nuovi possibili ripensamenti - come discarica per Roma Capitale, insistono numerosi elementi di contrarietà. I fattori escludenti sono relativi alle case sparse (che da piano rifiuti vigente devono essere non inferiori a 500 mt), così come distanze aeroportuali ai sensi della delibera Enac del 2008. Monte Carnevale risulta infatti in linea con le rotte di atterraggio dell'aeroporto di Fiumicino". Così il consigliere regionale del Lazio Marco Cacciatore (M5S), presidente Commissione X Urbanistica, Politiche abitative, Rifiuti. "Da parte mia, non ho mai avuto un sito preferito da suggerire per risolvere l'impasse della capitale sui rifiuti. Spero che il prima possibile la Regione si sostituisca ai poteri di Roma, approfondendo la ricerca di siti e scegliendo un sito all'interno della Capitale: un ATO a sé stante, grazie quale evitare ennesimi strazi per chi, studi epidemiologici alla mano, ha già dato. Il sito di Monte Carnevale, accanto a Malagrotta, è uno di questi Ho sempre creduto che il MoVimento dovesse essere dirompente: prendere iniziative in totale trasparenza, lontano da poteri forti così da poter restare indipendente e condividere le sue scelte con esperti e cittadini" spiega. "Eppure, di fronte a proposte avanzate a Roma dall'interno del Movimento per due anni, di fronte alle proteste legittime dei territori di mi sono fatto, come dovevo, portavoce, non ho ottenuto risposte. Eccezion fatta per le motivazioni con cui mi si diceva di no, imbarazzanti dal punto di vista tecnico e sempre orientate a vincere la bagarre politica anziché a cambiare in meglio la vita dei romani" conclude.