Rifiuti Roma, Costa: politica deve fare scelte anche se impopolari

Ska

Roma, 23 gen. (askanews) - Dopo la bocciatura nel Consiglio comunale di Roma della discarica di Monte Carnevale, il ministro dell'Ambiente Sergio Costa spiega, in un'intervista ad Avvenire, che "il passaggio successivo, per norma, è la Conferenza dei servizi, tra Comune e Regione. Non mette al centro i tema politico, è giusto o non è giusto, ma quello tecnico, cioè se fare una discarica in un luogo garantisce tutte le sicurezze per il cittadino, il territorio, la salute. Scioglierà i dubbi dei vari comitati cittadini. Se ci sono dei problemi tecnici è chiaro che bisogna esplorare un piano B. Se invece i problemi non ci sono il tema diventa solo di orientamento politico della maggioranza dell'uno e dell'altro soggetto. Poi però la scelta politica va presa. Certo. La politica si deve assumere la responsabilità di scegliere. Ha tutti gli strumenti per fare la scelta migliore e la deve fare. Anche se, come a volte accade, è impopolare. Non sarà ideologica ma su base tecnica. A me danno fastidio quelli che ideologicamente dicono no. Ma hai verificato scientificamente se quel no ha un senso?".

"Intanto - spiega Costa - il piano regionale dei rifiuti che langue dal 2012 oggi finalmente è decollato, ci sono le linee guida e entro l'anno si trasformerà in norma. E bisogna ringraziare la regione. Ma anche la sindaca che ha individuato le zone bianche dove si possono realizzare gli impianti. Sono passi avanti. Ora si possono fare gli impianti. Ma l'altro aspetto è quello del bilancio dell'Ama che manca da tre anni. C'è il rischio del commissariamento. La Raggi mi ha assicurato che sarà depositato alla fine del mese. E' importante perché quando si vanno a fare le gare non ci si presenta più come cattivo pagatore e si abbassa il prezzo, ma anche si possono assumere impegni bancari che ti consentono finalmente di far decollare la differenziata che oggi è oggettivamente ferma al palo. Ma la regione collabori per evitare continue emergenze e preveda comunque sbocchi per i rifiuti della Capitale. A naso penso che ora per Roma inizi la discesa".