Rifiuti, scoperta discarica abusiva nel Pavese da 4mila metri cubi

Mch

Milano, 5 set. (askanews) - E' stata sequestrata a Cascina Maggiore di Giussago (Pavia) una discarica abusiva in un'area di 14mila metri quadri, dove sono stati accumulati rifiuti speciali, pericolosi e non. Dai primi rilievi si stima un volume di 4mila metri cubi di rifiuti composti da materiali di ogni tipo: plastica, legna, fusti, copertoni, RAE, scarti industriali, macerie, rottami ferrosi e automobili. Lo ha comunicato l'Arpa della Lombardia.

Qualche mese fa, è stato spiegato, l'area era stata sorvolata da un drone e da allora la zona è stata tenuta sotto stretta sorveglianza, consentendo di accertare anche l'attività di gestione illecita di rifiuti con trasporto, recupero e smaltimento.

"Questo sequestro - commenta il direttore generale dell'Agenzia, Fabio Carella - è il quarto importante risultato raggiunto nell'ambito del progetto Savager, messo a punto da Arpa Lombardia e finanziato dalla Regione Lombardia". Il progetto Savager nasce dal protocollo siglato a maggio 2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia e l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Lombardia. L'accordo, finalizzato a migliorare l'efficacia complessiva delle azioni di controllo ambientale per la prevenzione degli illeciti nel territorio pavese, prevede l'utilizzo di un sistema di sorveglianza basato sull'utilizzo di tecnologie di osservazione della Terra, da satellite, aereo e droni.