Riforma della giustizia, Silvio Berlusconi: “Può essere migliorata”

·1 minuto per la lettura
Silvio Berlusconi parla alla convention di Forza Italia
Silvio Berlusconi parla alla convention di Forza Italia

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi si è espresso sulla riforma della giustizia concentrandosi sull’importanza di migliorare in tempi brevi quella varata dal governo per restituire ai cittadini le garanzie proprie di una democrazia liberale. Ha inoltre commentato gli imminenti referendum sul tema su cui gli italiani potranno esprimersi il 12 giugno.

Berlusconi sulla riforma della giustizia

Intervistato dal Giornale, l’ex premier ha dichiarato che le rivelazioni sul cosiddetto sistema Palamara “hanno dimostrato anche ai più increduli quello che diciamo da anni, e cioè che la questione giustizia è una vera emergenza nazionale“. Ciò che Forza Italia chiede, ha spiegato, non è una riforma punitiva verso la magistratura ma una svolta che valorizzi il lavoro dei magistrati seri e perbene “finora ostaggio di gruppi di potere organizzati e ideologicamente orientati“. E una riforma che, al tempo stesso, dia ai cittadini le garanzie che caratterizzano una democrazia liberale.

Berlusconi sulla riforma della giustizia: “Va migliorata”

Quella varata dal governo, ha continuato, contiene aspetti positivi ma può essere migliorata in modo significativo. In ogni caso, ha concluso, i cittadini avranno l’occasione di pronunciarsi su un tema che li riguarda in modo diretto e “sono sicuro che gli italiani non perderanno l’occasione di manifestare i loro convincimenti“. La possibilità riguarda il voto dei cinque referendum promossi da Lega e Partito Radicale in programma il 12 giugno 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli