Riforma giustizia tributaria, Leone: non vorrei aspettare Conte Ter

Red/Gtu

Roma, 28 dic. (askanews) - Per una "effettiva riforma della giustizia tributaria non vorrei si debba aspettare il Conte Ter o Quater": lo ha dichiarato Antonio Leone, presidente del Consiglio di Presidenza della giustizia tributaria, commentando le affermazioni del premier Giuseppe Conte, nella conferenza stampa di fine anno. E per Leone "piuttosto che pensare solo e soltanto all'eliminazione di un grado di giudizio, la vera riforma si avrà stanziando risorse nella giurisdizione tributaria e modificando il processo tributario".

"Vorrei ricordare al presidente del Consiglio che i tempi della giustizia tributaria surclassano quelli di tutte le altre giurisdizioni", ha premesso il presidente del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, commentando le affermazioni del premier di voler "ridurre un grado di giudizio affinché chi abbia qualche pendenza possa risolverla in tempi brevi", senza dover "rimanere dieci anni bloccato per una cartella esattoriale".(Segue)