Riforme: Baldelli (Fi), 'serve 'assemblea revisione' che rigeneri Palazzo'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 dic. (Adnkronos) – "Il palazzo della democrazia avrebbe bisogno di una vera e propria rigenerazione, che non si ispiri all'onda dell'antipolitica o a modifiche parziali o di basso profilo. Mi convinco sempre di più che, se non si vuole restare indietro ed essere travolti dagli eventi, la via maestra sia un'assemblea dedicata esclusivamente a questo scopo, al riparo dalle dinamiche parlamentari ordinarie, dal rapporto maggioranza-opposizione e da quello parlamento-governo, dai decreti, dalle questioni di fiducia, dalle leggi di bilancio e da tutto il resto". Lo ha detto Simone Baldelli, vicepresidente del gruppo Forza Italia e componente della Giunta per il Regolamento di Montecitorio, in un’intervista a Il Giornale.it, in cui ha annunciato anche la presentazione, in questi giorni, di un testo.

"Per rispetto dell'Assemblea Costituente, quella vera, non amo scomodare questo termine, ma se serve a capirci meglio usiamolo pure: bisognerebbe eleggerla insieme al prossimo parlamento, con 100/200 componenti che lavorino per un tempo definito alla riforma della seconda parte della Costituzione, per poi presentare un testo da sottoporre ai cittadini attraverso un referendum popolare".

"Se ci fosse la volontà” di approvare una legge costituzionale "il tempo ci sarebbe": ha aggiunto. “E si costruirebbe un percorso vero per riforme come quella sulla forma di governo, sul nuovo assetto del parlamento e su tutto il resto. Tutti argomenti che, a sentire i vari leader, sono da tempo urgenti e non rinviabili, ma che, per un motivo o per l'altro, cedono il passo ad altri temi. Il testo lo sto depositando in questi giorni. Ci lavoro da oltre un anno. Il tempo mi sembra maturo. Per ora è una iniziativa personale, ma non isolata. Ho intenzione di sottoporla nei prossimi tempi all'attenzione dei gruppi e dei colleghi perché credo che rappresenti davvero l'ultima occasione di questa legislatura per aprire uno spiraglio su questo tema".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli