Riforme, Brescia: taglio parlamentari atto che da dignità alla politica

Gal

Roma, 7 ott. (askanews) - "Dopo decenni di promesse, la riduzione del numero dei parlamentari rimane un atto esemplare per dare dignità alla politica. Una autoriforma coerente con i sacrifici che troppo spesso sono stati richiesti se non imposti agli italiani. Un punto di svolta dopo fiumi di inchiostro su libri e giornali che hanno più volte raccontato dell'inerzia della politica, della sua incapacità di cambiare sé stessa, prima ancora che il Paese". Lo ha detto il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia, aprendo la discussione generale in Aula sulla rifoma costituzionale.

"Tante cose sono cambiate dalla prima approvazione di questa riforma in quest'aula. Abbiamo una nuova maggioranza che già in commissione su questo provvedimento ha dato prova di compattezza e serietà - ha sottolineato l'esponente M5s -. Avremo forse nuove opposizioni con gruppi che, dopo aver votato tre volte sì, magari mancheranno alla prova finale, a un vero e proprio appuntamento con la storia. Certamente la loro eventuale assenza non sporcherà con false giustificazioni la bellezza e la potenza civica di questa riforma".