Riforme: Ciriani, 'sì a una Bicamerale, l'opposizione ci pensi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 nov (Adnkronos) – "Finita la sessione di bilancio, con l'inizio del prossimo anno rilancerò insieme ai capigruppo di maggioranza, la proposta di istituire una Commissione Bicamerale per le riforme". Lo dice Luca Ciriani ad 'Avvenire', aggiungendo: "Spero che l'opposizione vinca i pregiudizi e accetti il confronto".

"Le riforme sono una grande questione che non vogliamo affrontare da soli. La soluzione per noi è una Bicamerale che sia varata con ampio consenso e che si dia un obiettivo preciso da portare a termine in tempi ragionevoli e definiti -dice ancora il ministro dei Rapporti con il Parlamento-. Dall'opposizione ci sono aperture all'idea di intervenire con un rafforzamento del potere esecutivo. Non abbiamo un modello precostituito, guardiamo con interesse al semipresidenzialismo alla francese, ma pensiamo che si possa arrivare a ricercare insieme un modello che, a livello "sartoriale", si adatti meglio alle istituzioni e alla tradizione italiana. Dovremmo essere tutti consapevoli che un ammodernamento delle nostre istituzioni è necessario e urgente, mi auguro che le opposizioni non si chiudano, sarebbe un peccato".

Ciriani sottolinea, tra l'altro: "Non c'è nessuna intenzione, da parte nostra, di creare un problema con Mattarella. Non ci ha mai nemmeno sfiorato l'idea, nell'aprire una discussione sul funzionamento delle nostre istituzioni, da rendere più efficienti e vicine ai cittadini, di dar vita a un progetto contro qualcuno, men che meno contro il presidente della Repubblica".