Riforme, Della Vedova: overdose populista

Pol/Vlm

Roma, 1 ott. (askanews) - "Con il 'taglio dei parlamentari' preteso da Di Maio, e presentato come antipasto di una riforma che porta all'introduzione del vincolo di mandato, il PD e il resto della maggioranza accettano l'agenda populista e antipolitica del M5S". Lo scrive su Facebook il segretario di Più Europa, Benedetto Della Vedova.

"Non era necessario! Bastava dire 'taglio sì, ma non così' e inserire la riduzione del numero di eletti in una riforma anche minima, ma necessaria, della Costituzione. L'8 ottobre il M5S consumerà così l'orgia mediatico-giacobina con lo scalpo del parlamentarismo liberal-democratico. Dopo di che - prosegue il segretario di Più Europa - si cercherà di strappare eventuali correttivi costituzionali e riforme elettorali che, isolate, apriranno il latinorum di chierici sulla difensiva. Un'overdose di populismo che transita indenne dal Conte 1 al Conte bis", conclude Della Vedova.