Riforme, D'Incà (M5s): domani Parlamento unito su taglio eletti

Luc

Roma, 7 ott. (askanews) - Tra la maggioranza e l'opposizione "i rapporti sono tesi" ma sul voto finale al taglio del numero dei parlamentari "credo che dobbiamo uscire da questo schema". Il ministro per i Rapporti con il Parlamento e per le Riforme, Federico D'Incà (M5s), intervistato a Radio radio, si attende un Parlamento "unito" domani sul via libera definitivo dell'aula della Camera alla riduzione degli eletti.

"Ormai ci siamo - afferma D'Incà - siamo alla quarta votazione. Sicuramente è un momento importante per il paese che si aspettava questa riforma da tantissimi anni, ne parlava già Iotti. È una riduzione che porta efficienza ed efficacia alla funzione legislativa e migliora il Parlamento. C'è stata una grande capacità di raccogliere la richiesta dei cittadini che da anni chiedono un Parlamento efficace. Tutti sanno poi che con la riduzione ci saranno minori costi per la prossima legislatura".

D'Incà si è detto "convinto che il governo durerà 3 anni e mezzo. Domani non sarà un voto di maggioranza contro opposizione ma un voto nei confronti degli italiani".