Riforme, due ddl costituzionali a Camere, domani nuovo incontro

Gal

Roma, 29 ott. (askanews) - Due ddl di riforma costituzionale che procedano parallelamente alla Camera e al Senato. A questo stanno lavorando i capigruppo di maggioranza con il ministro delle Riforme e i tecnici che hanno partecipato alla riunione di questa mattina a Montecitorio. L'incontro è stato aggiornato a domani alle 12 e potrebbe concludersi con la formulazione dei testi di legge.

"C'è la volontà del governo di proseguire in maniera stabile con riforme costituzionali stabili". Così il ministro per le Riforme Federico D'Incà, sintetizza l'esito della riunione di questa mattina a Montecitorio commentando "l'ottima giornata di lavoro".

La maggioranza giallorossa dovrebbe intervenire con un emendamento al Senato al ddl sull'uniformità dell'elettorato attivo (voto ai 18enni anche per il Senato) e con un nunovo ddl da presentare invece a Montecitorio che introduca le modifiche necessarie ad accompagnare la riduzione del numero dei parlamentari, intervendo quindi sulla omogeneizzazione della base elettorale del Senato a quella della Camera e la riduzione dei delegati regionali che partecipano all'elezione del Presidente della Repubblica.

Il ministro ha aggiunto che domani, al termine della riunione, si dovrebbe chiudere sui due testi.