Riforme, furia Sgarbi: "Si stupra il Parlamento"

webinfo@adnkronos.com

"Per tenere in piedi un governo illegittimo, si concede a una banda di parlamentari di fare uno stupro di questo Parlamento, stupro che ricorda quello che è avvenuto nella casa dove Grillo ha riunito le forze politiche…". Così Vittorio Sgarbi, del gruppo Misto, parlando in Aula, durante le dichiarazioni in vista del voto sul taglio dei parlamentari, con riferimento all'indagine che vede coinvolto il figlio di Beppe Grillo. "Voi - dice rivolto al M5S - ricattate il Pd, Fratelli d'Italia e Forza Italia. Ipocriti, falsi e bugiardi". "Non fatevi ricattare dalla demagogia, non votate con i Cinque Stelle", dice rivolgendosi direttamente a Forza Italia.  

"Qui celebriamo un funerale, come quando si è votato contro l'immunità parlamentare. E' il momento di più alta tristezza di questo Parlamento, non c'è categoria che decide di ridurre la sua rappresentanza. Intere regioni saranno senza rappresentanza", avverte Sgarbi. "C'è paura nei vostri occhi - conclude, rivolto al movimento 5 Stelle - iniziate ad andare a casa voi".  

"Con il potere di intimidazione che ebbe solo Mussolini voi ricattate il Pd e Forza Italia viva" rincara Sgarbi che, puntando il dito contro i grillini, usa il nome di 'Forza Italia viva', per riferirsi al partito di Berlusconi e alla formazione di Matteo Renzi. Mettendoli insieme come unico schieramento che vota a favore della misura bandiera dei 5Stelle.