Riforme, M5s: deluso chi scriveva di scissioni

Luc

Roma, 9 ott. (askanews) - "Ieri, con il voto dell'Aula sul taglio ai parlamentari, sono bastati pochi minuti per smentire giorni di retroscena sui giornali. In tanti hanno scritto e raccontato (o forse anche tifato) di un presunto golpe parlamentare. Sono rimasti delusi. Nessuna scissione all'orizzonte, nessuna diaspora. Avere uno o due deputati in dissenso su 216 è semplicemente fisiologico. Il gruppo è ampio, la dialettica interna è solo sinonimo di democrazia. La libertà d'espressione deve sempre prevalere, ma dovrebbe anche essere accompagnata da precisione e accuratezza nella ricostruzione dei fatti. Trovare oggi il nome del nostro collega Massimiliano De Toma nell'elenco dei 'dissidenti' è ridicolo e anche doloroso. De Toma era assente ieri dall'Aula perché sta giocando una battaglia molto più importante, che meriterebbe maggiore rispetto". Così in una nota il MoVimento 5 Stelle Camera.