Riforme, Magi (+Eu): taglio parlamentari è truffa demagogica -2-

Pol/Bac

Roma, 7 ott. (askanews) - "L'ultimo degli argomenti, quello più inaccettabile perché denota una certa disonestà intellettuale, è quello dell'efficienza del Parlamento. Sulla base di quali evidenze e di quale esperienza sostenete che con un bicameralismo fatto di 400 deputati e 200 senatori ci sarebbe una maggiore efficienza del Parlamento? Io temo, piuttosto, che noi avremmo dei problemi e persino dei rallentamenti dei lavori. Voi sapete benissimo che oggi la crisi del Parlamento italiano non è una crisi dovuta al numero eccessivo di parlamentari".

Infine, sui correttivi, Magi ha affermato che "rischiano di essere delle toppe peggiori del buco. Nel momento in cui si va ad equiparare l'età dell'elettorato attivo e passivo di Camera e Senato e si va a togliere la ripartizione su base regionale del Senato, per provare a rincorrere gli effetti negativi di questa riforma, noi determineremo un bicameralismo "perfettissimo" con il quale sarà penalizzato ancora una volta il pluralismo: tanto valeva avere una Camera di 600 membri. Quello che stiamo votando è uno sfregio del Parlamento".