Riforme, Napoli (Fi): referendum per chiarezza oltre ogni demagogia

Pol/Vlm

Roma, 8 ott. (askanews) - "Sono pronto a firmare con altri colleghi la richiesta di referendum sulla legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari. Sulla base del quinto comma dell'art. 138 della Costituzione, sono sufficienti le firme di un quinto dei senatori o dei deputati per attivare il referendum. Firmerò per due ragioni: per denunciare l'inganno sulla riduzione dei costi della politica; perché siano gli italiani, con informazione e dati corretti, a far conoscere il loro giudizio". Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera.

"Il prof. Carlo Cottarelli ha spiegato che i risparmi di spesa con la riduzione di 345 parlamentari sono quantificabili nello 0,007%. Sono tutti da quantificare, invece, i danni alla democrazia rappresentativa. Per aver un'idea chiara oltre ogni strombazzatura demagogica aspetto di conoscere la riforma elettorale per capire quali garanzie ci sono per una rappresentanza equilibrata del territorio. Senza questa certezza, sarà chiaro agli elettori che saranno loro per primi a pagare le conseguenze negative di questa riforma. Propongo agli alleati di centrodestra di farci promotori di questa iniziativa, pur avendo votato sì alla riduzione dei parlamentari, ma con l'obiettivo di sottrarci all'ondata di demagogia sotto cui sarà sepolto il PD", conclude.