Riforme: Pera, 'appello a tutti i leader, pensate ora ad una Costituente'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 ago (Adnkronos) – "Mi appello a Salvini come a Letta, a Meloni come a Di Maio, a Renzi come a Conte, a Berlusconi e a tutti quelli che hanno la bontà di ascoltare e riflettere un po', e che non vogliono semplicemente trascinarsi o farsi trascinare dalle bagattelle quotidiane, ma diventare protagonisti di un processo per un'altra Italia". Lo scrive Marcello Pera in un intervento sul 'Foglio'.

"Ormai lo dicono tutti: è bene che Mario Draghi resti a guidarci fino alle elezioni del 2023" ed "è bene – pure questo ora dicono tutti – che anche Mattarella prolunghi ancora un po' il suo mandato. Perché il tandem è rassicurante", scrive l'ex presidente del Senato che prosegue: "E nel frattempo? Che si fa mentre Draghi governa e Mattarella regna e lo assiste? Si continua con l'effimero giornaliero, ora a cercare di cogliere consensi su mascherine, green pass, vaccini, ecc.? È troppo poco. È troppo scontato".

"Sarebbe meglio, più serio, più responsabile, se i partiti politici si preoccupassero di che Italia gli toccherà il giorno dopo le elezioni. Non molto efficiente, a dire il vero, con la Costituzione attuale", spiega Pera per il quale "la seconda parte però non scricchiola, semplicemente sta male in piedi e rischia di cadere su se stessa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli