Riforme, Verducci: ora indispensabile legge proporzionale

Pol/Bac

Roma, 14 ott. (askanews) - "Il taglio del numero dei parlamentari incide negativamente in maniera pesante sulla rappresentanza e sul pluralismo che sono fondamentali per la nostra democrazia. In presenza dell'attuale legge elettorale quel taglio avrebbe effetti micidiali e nefasti". Lo afferma in una nota il senatore Francesco Verducci, della Direzione nazionale Pd.

"Per questo - aggiunge - è indispensabile una nuova legge elettorale che corregga il rischio di storture. Lo strumento più efficace può essere una legge proporzionale con sbarramento, in modo da assicurare rappresentanza e pluralismo senza cadere nella frammentazione. Non è vero che il proporzionale è nemico della vocazione maggioritaria. L'esperienza di questi anni dimostra il contrario: le coalizioni annacquano identità e proposte e non favoriscono la stabilità, mentre il proporzionale obbliga i soggetti politici a proposte forti. Non è un caso che il Pd ha raggiunto l'apice del 40% in una tornata proporzionale, le europee del 2014".

"La vocazione maggioritaria connaturata alla funzione del Pd si alimenta con la forza di proposte e iniziative politiche, non con leggi elettorali maggioritarie oltretutto potenzialmente pericolose per la tenuta della nostra democrazia e del nostro stato di diritto", conclude.