Rifugiati, Muroni (Leu): via i decreti sicurezza

Pol-Afe

Roma, 20 giu. (askanews) - "Sembra che alla riunione di maggioranza per abolire i decreti Sicurezza, il capo politico dei 5 Stelle Vito Crimi abbia detto: 'Siete sicuri che sia questo il momento per affrontare questo tema? Non sarebbe, vista la crisi e i tanti provvedimenti da mettere in campo, pi ragionevole rimandarlo?' No, addirittura troppo tardi. Non si fanno calcoli sulla vita delle persone. Quando non si ha un posto dove andare, non si ha tempo per aspettare: si cammina e basta. Senza curarsi dei pericoli. Penso, ad esempio, ai 67 naufraghi che si trovavano a bordo di un barcone in legno a rischio di affondamento in zona SAR maltese e che ieri sono stati soccorsi e salvati da Mediterranea. Secondo l'Unhcr sono 80 milioni nel mondo le persone in fuga da conflitti, carestie e altri disastri ambientali. Noi, a chi scappa da guerra e povert, dobbiamo tendere la mano. Sempre. E anche per loro dobbiamo affrontare la crisi climatica". Lo scrive sulla sua pagina Facebook Rossella Muroni, deputata LeU e tra i garanti della missione umanitaria collettiva Mediterranea, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.