Rigore al 96' e il Genoa batte la Juventus 2-1

MARCO BERTORELLO / AFP

AGI - Il Genoa ribalta clamorosamente la Juventus nel finale e si prende un successo di una pesantezza unica per continuare a sperare nella salvezza. Finisce 2-1 con un rigore decisivo di Criscito al 96', a neanche una settimana di distanza da quello cruciale sbagliato nel derby con la Sampdoria. Inutile il vantaggio momentaneo di Dybala, pareggiato da Gudmunsson prima del penalty decisivo: la squadra di Blessin sale a 28 punti a -1 dalla Salernitana che però dovrà giocare domenica contro il Cagliari, in quello che sarà uno scontro diretto fondamentale per la corsa alla salvezza.

I bianconeri partono bene e dopo appena cinque giri d'orologio creano la prima vera palla gol del match: Dybala propone un bel cross con il destro, Kean prende il tempo ad Hefti colpendo di testa da ottima posizione, ma indirizzando di un soffio alto rispetto alla porta di Sirigu.

Per il resto la squadra di Allegri non costruisce tantissimo, facendosi rivedere pericolosamente soltanto al 40' con un mancino da fuori di Dybala bloccato dal portiere.

I rossoblù d'altro canto giocano con ordine e dedizione, provando a spaventare Szczesny giusto a ridosso dell'intervallo con un destro velenoso di Portanova dalla distanza, respinto in qualche modo dal portiere polacco.

Ad inizio ripresa l'equilibrio si rompe in favore della Juventus, che va avanti grazie ad un destro di Dybala scoccato dal limite dell'area e indirizzato all'angolino. L'argentino ci riprova al 68' stavolta con il suo piede forte, ma è sfortunato nel colpire il palo alla destra di Sirigu, provvidenziale invece poco più tardi sui tentativi di Kean e Vlahovic.

Nel finale succede veramente di tutto: viene assegnato e poi giustamente tolto dal Var un rigore ai bianconeri, poi Gudmunsson pareggia i conti sull'1-1 prima che Amiri e Kean falliscano clamorosamente, da una parte e dall'altra, le palle dei rispettivi vantaggi.

In pieno recupero così arriva l'episodio decisivo per il successo del Grifone: Yeboah viene steso in area da De Sciglio, Sozza stavolta vede bene e il rigore è netto, Criscito è glaciale dagli 11 metri e fa esplodere di gioia Marassi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli