Riki risponde alle accuse di omofobia: “Sono stato provocato”

Riki accuse

Riki ha risposto alle accuse dopo quanto da lui scritto contro Davide Misiano, a cui aveva dato della “c***** isterica”. Il cantante si era sentito provocato per le parole di Misiano sulla sua performance al Festival di Sanremo 2020.

Riki: le accuse

In tanti si sono infuriati con Riki per quanto da lui scritto contro Davide Misiano: il cantante non aveva gradito le critiche ricevute, e aveva finito per dargli della “c***** frustrata e isterica”. La frase ha generato un putiferio, e ha spinto lo stesso Riki a chiedere scusa a tutti coloro che si siano sentiti offesi:

“Ieri sono caduto nella provocazione: capita di sentirselo dire da amici, di usarlo con altri significati, ma sui social ha un altro suono, un altro peso e capisco che può offendere. Se qualcuno si è sentito offeso mi dispiace, io non sono omofobo”, ha spiegato il cantante in un suo post, chiedendo scusa per quanto accaduto.

Rikiaccuse

Misiano aveva criticato molte delle esibizioni a Sanremo 2020, e anche per Riki si era espresso con toni piuttosto forti scrivendo che della sua canzone “si sarebbe capito ancora meno che del monologo della Leotta”. Il cantante non l’aveva preso affatto bene, e da lì il suo sfogo, che aveva generato un putiferio in rete dove era stato bollato da molti per l’accusa di omofobia.

I fan accetteranno le scuse del cantante per quanto accaduto? Al Festival di Sanremo Riki si è classificato 23esimo, e pertanto ultimo nella classifica (complice la squalifica di Morgan e Bugo). Il cantante sembra non aver preso bene il risultato deludente ottenuto durante la kermesse, e lo stress sarebbe aumentato difronte alle critiche ricevute.