Rilancio green al palo: il 60% del tempo perso in burocrazia

·Giornalista
·2 minuto per la lettura
(Photo: Carlos. E. Serrano via Getty Images)
(Photo: Carlos. E. Serrano via Getty Images)

Progettare bene è importante, ma spendere il 60% del tempo complessivo di realizzazione di un intervento strutturale in carte preliminari e permessi ha senso? Un tasso di realizzazione delle grandi opere fermo al 5% è accettabile? Concentrare le risorse sulla raccolta dei rifiuti e trascurare gli impianti che servono a dare nuova vita ai materiali è green?

Sono le domande che si pone la Corte dei Conti analizzando il settore rifiuti nel Rapporto 2021 sul coordinamento della finanza pubblica. I magistrati dell’organo di controllo non fanno sconti. La situazione del settore rifiuti è disarmante: nel periodo 2012-2020, a fronte di 1.548 milioni di euro stanziati per gli impianti, sono state avviati cantieri per solo 971 milioni (il 62%). Quindi più di un terzo dei soldi abbiamo fatto finta di non averli proprio. E gli altri? In ben 8 anni ne sono stati usati pochissimi: appena un 20% dei finanziamenti pubblici stanziati è stato effettivamente speso.

In 8 anni un bambino svolge i primi due cicli di scuola e diventa ragazzo. Ma per la burocrazia sono un attimo fuggente: non bastano a spendere l’80% dei soldi investiti per proteggere la nostra salute, il lavoro, l’ambiente.

Se poi passiamo alle grandi opere la situazione riesce, sembra incredibile, a peggiorare: “La capacità di realizzazione delle opere di maggiori dimensioni è drammatica: il tasso di realizzazione si ferma a poco più del 5%, segnalando che in sostanza queste opere non vengono realizzate. Tra le opere non realizzate, si segnala una prevalenza di impianti per il trattamento del rifiuto organico, funzionale ad accogliere i flussi crescenti che originano dal progresso delle raccolte differenziate, specialmente nel Mezzogiorno. Così facendo, si alimentano i flussi di rifiuto organico che dalle regioni deficitarie del Centro e del Mezzogiorno viaggiano verso gli impianti localizzati nelle regioni del Nord, con costi c...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli