Rimini, condannato a 10 anni l'ex di Gessica Notaro, sfregiata con l’acido

Roma, prima puntata del nuovo ciclo del 'Maurizio Costanzo show'

È stato condannato a 10 anni di carcere Edson Tavares per l'agguato dello scorso 10 gennaio a Rimini, in cui ha sfregiato con l'acido la sua ex fidanzata, Gessica Notaro.

Il 29enne, originario di Capo Verde, è stato processato con il rito abbreviato e ha ricevuto uno sconto di pena di un terzo: l'accusa aveva chiesto 12 anni. Tavares è stato anche condannato a un risarcimento di 230mila euro e il giudice ha stabilito l'espulsione dell'uomo dall'Italia al termine della pena. Gessica era presente in aula durante la lettura della sentenza.

La ragazza, 28 anni e una carriera da miss alle spalle, ha perso la vista all'occhio sinistro a causa delle ustioni al viso e ha riportato lesioni a un'anca e una gamba. In passato aveva già denunciato l'ex fidanzato per maltrattamenti. L'ex Miss Romagna 2007 aveva lasciato il 31enne: lui l'ha aspettata sotto casa e l'ha aggredita con l'acido per poi darsi alla fuga. Gessica si è poi trascinata fino a casa della madre lì vicino e insieme sono corse in ospedale.

"Riteniamo - ha commentato l'avvocato Fiorenzo Alessi, difensore con il figlio Alberto di Gessica - che questa sia una sentenza equilibrata e accettabile. Questo è un punto fermo. Oggi un giudice, nel nome del popolo italiano, ha sentenziato che è stato Tavares a sfregiare selvaggiamente Gessica Notaro. Questa è una pena del tutto accettabile e adeguata alla vicenda. Non dimentichiamo che era un processo celebrato con il rito abbreviato, che prevede uno sconto di un terzo della pena. Sarebbero stati 15 gli anni con il rito ordinario. Ecco perché si ritiene che la giustizia abbia accertato la responsabilità di quest'uomo".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità